Preventivo Gratuito Stampa Libri

PROMO
LIBRI21

SCARICA GRATUITAMENTE LA PROMOZIONE PER TUTTI I NUOVI CLIENTI

    LIBRI

  Stampare Un Libro In Formato   Cartaceo per toccare con mano   il frutto del tuo lavoro


dai forma ai tuoi pensieri...

per donarlo ai parenti e agli amici più stretti. La mamma e la nonna sono sempre orgogliosissime di avere il libro in formato cartaceo scritto da te, per leggerlo, certo, ma anche per mostrarlo alle amiche. Potresti decidere di donare una copia del tuo libro anche a parenti e amici, ma io ti consiglio di stimolarli ad acquistare il tuo libro. Del resto proprio amici e parenti dovrebbero essere i tuoi primi sostenitori!


dai forma ai tuoi pensieri...

perché ai lettori piace “toccare” Ti assicuro che la maggior parte delle persone, anche quando legge regolarmente ebook, preferisce “toccare” e avere il libro in formato cartaceo sullo scaffale della propria libreria. Inoltre, molte persone amano regalare libri e per fare un dono è sempre preferito un oggetto concreto.

Ampia scelta di Carte Pregiate

Carte patinate e cartoncini speciali per la tecnologia di stampa digitale Indigo, certificati FSC.

Le Carte e La Scelta per interno del Libro

  • carta usomano 80 grammi se il libro contiene solo testo carta patinata minimo 100 grammi se il libro contiene anche immagini e soprattutto se si tratta di immagini che devono essere stampate a colori
  • carta color avorio se stai stampando un libro di fiction, cioè un romanzo, una raccolta di racconti, una silloge poetica, o narrativa in generale;
  • carta bianca se stai stampando un libro di non-fiction quindi un manuale o un saggio
  • stampa in monocromia (solo nero) per libri che contengono solo testo
  • stampa in quadricromia, indicata spesso con l’indicazione 4+4 perché ci si riferisce ai quattro colori del fronte 
  • del foglio più i quattro colori del retro del foglio, solo se strettamente necessario

Le Carte e La Scelta per copertina del Libro

  • carta patinata con uno spessore minimo di 240 grammi ma se puoi scegli anche 250-270 o 300 (io in genere scelgo 300)
  • plastificazione con finitura opaca per libri di fiction
  • plastificazione con finitura lucida per libri di non-fiction
  • stampa in quadricromia solo sul fronte (4+0) se non hai nulla da scrivere nella seconda e terza facciata di copertina
  • stampa in quadricromia fronte/retro (4+4) se vuoi scrivere anche nella seconda e terza facciata
  • senza alette nella maggior parte dei casi
  • con alette solo se ne hai veramente bisogno, cioè solo se hai testi da inserire sulle alette che non possono essere inseriti all’interno del libro


Tipologie di Legatura per Libri

La rilegatura più semplice ed economica è la brossura fresata, detta anche brossura a colla, cioè una rilegatura in cui i fogli sono incollati in un blocco unico con il dorso della copertina.

La rilegatura filo-refe, detta anche brossura cucita, è una rilegatura più pregiata e resistente, in cui i fogli sono cuciti tra di loro prima di essere incollati al dorso della copertina.

Infine, la rilegatura cartonata, è una rilegatura cucita più costosa e raffinata in cui i fogli sono cuciti e legati a una copertina rigida. Questa è la rilegatura dei libri più pregiati (sicuramente l’hai vista adottata per tesi di laurea, per opere in più volumi o per cataloghi fotografici), o per libri molto grossi, in cui la rilegatura a colla non sarebbe sufficiente a tenere insieme i fogli (come per esempio i vocabolari). Si tratta però della rilegatura più costosa e può far lievitare di molto il tuo preventivo.


La Scelta dei Formati del Libro

 formati di stampa offerti sono i seguenti:

  • 10 x 15 cm
  • 10 x 21 cm
  • 11,5 x 19 cm
  • 12 x 16,5 cm
  • 15 x 10 cm
  • 15 x 21 cm
  • 16 x 23 cm
  • 17 x 24 cm
  • 20 x 20 cm
  • 21 x 15 cm
  • 21 x 29,7 cm
  • 22 x 22 cm
  • Realizziamo anche Formati su misura del Cliente

...come fare semplicemente..


Tutto quello di cui hai bisogno è: 
il file dell’interno del tuo libro in formato pdf, correttamente impaginato
secondo il formato di stampa da te prescelto; 

e il file pdf della tua copertina completa fronte-retro 
anch’essa impaginata per il formato di stampa da te prescelto 
invia una Richiesta di Preventivo a : typoaquila@gmail.com
Nessuna tiratura minima,
si stampa solo quello che serve anche poche copie;

Non hai nulla , ma solo un manoscritto?

Contattaci il nostro Reparto Grafico è a tua disposizione
per una consulenza GRATUITA














Tipografia Aquila dal 1925

Da più di 95 anni ci occupiamo di stampa , offrendoti una stampa  professionale e senza compromessi.
Il nostro team segue l’intero processo di produzione,
dal controllo file alla stampa finale

Origini della Stampa

I libri stampati, con la tecnica a caratteri mobili, esistevano già 600 anni prima della Bibbia di Gutenberg. Potrà essere un fatto poco noto, ma va precisato che Johannes Gutemberg non è l’inventore della stampa, sarebbe come dire che Steve Jobs o Bill Gates siano gli inventori del computer. Eppure è uno dei luoghi comuni più gettonati della storia occidentale: uno sconosciuto imprenditore tedesco che  inventò la stampa cambiando così il corso della civiltà per sempre. Ma la Bibbia di Gutenberg oltre a non essere il primo libro stampato della storia, non era nemmeno il primo realizzato con caratteri mobili: inventori cinesi e coreani si cimentarono secoli prima della sua nascita. In realtà, il vero genio di Gutenberg fu quello di adattare la tecnologia, i famosi “caratteri mobili” al mercato occidentale, sfruttando il trucco dell’alfabeto latino per portare i libri stampati al grande pubblico.

Ma allora cosa è definibile esattamente come “libro stampato”? Anche se si può affermare che i libri stampati esistono dal momento in cui le prime lettere sono state impresse nell’argilla, in genere gli uomini chiamano la tecnica d’incisione a rilievo su legni duri, xilografia. Esistono libri stampati con questa tecnica, almeno 1800 anni prima, ma la prima xilografia potrebbe essere fatta risalire al 868: si tratta del Diamond Sutra, un libro cinese ora esposto alla British Library. Poi, dopo secoli di stampa xilografica, un umile uomo di nome Bi Sheng inventò i caratteri mobili: era l’anno 1000.

Il sistema a caratteri mobili consente di allineare le singole lettere in modo da formare una pagina, che veniva cosparsa di inchiostro e pressata su un foglio di carta o di pergamena. Non ci sono esempi di libri prodotti da Bi Sheng ma vi sono notevoli descrizioni del meccanismo da lui inventato, ben 600 anni prima della nascita di Gutenberg. Ma già nel 1313 fu stampato forse il più noto esempio di libro cinese stampato con caratteri mobili: il Libro dell’Agricoltura di Wang Zhen, che migliorò la tecnica di Bi usando caratteri mobili in legno e in bronzo. Poi nel 1377 abbiamo la prova che un monaco coreano di nome Baegun inventò la tecnologia a caratteri mobili in metallo per produrre il Jikiji, un libro in cui è raccolta la saggezza Zen dei grandi maestri buddisti.

Non è noto se Gutenberg fosse a conoscenza delle innovazioni di Baegun sui caratteri mobili, o delle tecniche di Wang ma la sua macchina da stampa è molto simile  FONTE WEB https://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/johannes-gutemberg-libri-stampati-caratteri-mobili-cina...



Storia e Tradizione Tipografica in continua evoluzione, come la Vita.

Edemondo Tiepolo Altini

PREVENTIVO STAMPA LIBRO